+ - =
+/-
OMCI - Organismo di Mediazione

Omci - Organismo di Mediazione e Conciliazione Italia

15
Agosto
2020

Stato di emergenza, prorogate al 15 ottobre le misure anti Covid-19;

(FONTE ALTAREX) Sintesi: Sulla Gazzetta Ufficiale del 30 luglio 2020 è stato pubblicato il decreto-legge 30 luglio 2020, n. 83, recante "Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020". L'adozione di questo provvedimento si è resa necessaria in considerazione della scadenza al 31 luglio della dichiarazione dello stato di emergenza. Molti degli interventi straordinari adottati in questi mesi dal Governo per contenere gli effetti dell'epidemia sulla salute collettiva e sull'economia reale del Paese sono infatti strettamente legati, nei loro presupposti di efficacia, alla dichiarazione dello stato di emergenza disposta per il periodo 31 gennaio-31 luglio. Al cessare dello stato di emergenza sarebbero venute meno anche le misure adottate con i decreti-legge fin qui emanati. Per questa ragione, con delibera adottata nella seduta del 29 luglio, il Consiglio dei Ministri ha disposto la proroga dello stato di emergenza fino al 15 ottobre 2020, e ha contestualmente emanato un nuovo decreto-legge per estendere fino a tale data gli effetti di una parte delle misure precedentemente adottate. In particolare, il decreto-legge n. 83/2020 proroga le disposizioni elencate nell'allegato 1, contenute nei decreti-legge n. 18, 22, 23, 28 e 34, nei testi modificati dalle rispettive leggi di conversione. Per quanto riguarda i Processi e/o Mediazioni saranno eseguite faccia a faccia sempre con Mascherine, di stanziamento tra le persone, aerazione Locali e/o Videoconferenza. In Caso di aggravamento della situazione saranno emanati nuovi provvedimenti anche per singola regione. In caso di aggravamento la Mediazione continuerà in Videoconferenza e se fattibile Personalmente sempre con le precauzioni prese come sopra riportate, (come er i Corsi di Formazione). In Ogni caso le Mediazioni si devono eseguire sino alla fine nei tempi previsti dalla legge, ovvero 3 mesi dal depositi). Solo il personale amministrativo potrà continuare la Cassa integrazione se necessita e/o il lavoro in remoto da casa, per tutte le attività già previste nei DPCM precedenti.

E-mail Stampa PDF
Ultimo aggiornamento Sabato, Agosto 15 2020
  
05
Agosto
2020

DA LEGGERE BENE TUTTO: IL MEDIATORE CIVILE E COMMERCIALE, NUOVA PROFESSIONE, NATA SOLO NEL 2010 IN ITALIA, NUOVE FRONTIERE; SE VUOI DIVENIRE MEDIATORE PROFESSIONISTA NON ATTENDERE, IL MOMENTO è ORA: IN FONDO TROVERETE LA TESTIMONIANZA DI UN MEDIATORE;

LEGGETE ATTENTAMENTE TUTTO ANCHE SE UN PO' LUNGO, MA CREDETE, NE VALE LA PENA, PERCHè SOLO COSI CAPIRETE BENE IL MOTIVO PER CUI CONVIENE SEMPRE LA MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE, E CON LA NUOVA LEGGE CHE USCIRA', MOLTE NOVITA' A FAVORE DI TUTTI SARANNO, DALLE MATERIE IN PIU', OBBLIGATORIE IN MEDIAZIONE E MOLTE ALTRE, TUTTE A FAVORE DEI CITTADINI, GIUDICI, STATO, MEDIATORI, ED AVVOCATI CONSULENTI DIFENSORI!!!MA QUESTO LO SCRIVEREMO UNA VOLTA USCITA LA NUOVA RIFORMA SULLA MEDIAZIONE CIVILE, COSI VEDRETE LE NOVITA'!

Il Mediatore “professionista” (Una delle poche Professioni che non potrà mai essere Sostituita da Algoritmi o robot, come invece già accade e accadrà sempre di più nelle altre professioni), sa cavarsela sempre in Mediazione e le Parti saranno sempre soddisfatte e se ti manca il corso lo facciamo noi a sole 500,00 Euro invece di 750,00 e di 350,00 Euro per gli avvocati Mediatori di diritto corso Base da 18 ore per tutto il 2020, da integare fino a 50 ore per chi vuole operare in Organismi privati che richiedono più Formazione in base all'art. 18 comma 2 lettera F, D.M.18010 s.m.i., D.M. 139/14; Si Ricorda infine che i nostri attestati danno diritto ai crediti Formativi, Determinati da ciascun ordine professionale: Avvocati, Commercialisti, Consulenti del Lavoro, Geometri e tutti gli altri.

RICORDIAMO CHE SE FATE METTERE (CON LA LEGGE IN VIGORE ORA), DAL VOSTRO COMMERCIALISTA,  CONSULENTE DEL LAVORO, GEOMETRA, AVVOCATO O CONSULENTE IN GENERE,  LA CLAUSOLA CONTRATTUALE ULTIMA, VISIBILE A DESTRA SUL LINK "CLUSOLE CONTRATTUALI e/O COMPROMISSORIE, SU CONTRATTI, CATAOLGHI E ALTRI DOCUMENTI, es QUESTA: " Per ogni reclamo o controversia civile o commerciale sarà competente l’ Organismo di mediazione civile OMCI iscritto al R.O.M. del ministero della Giustizia al N° 251, www.omci.org" ; NON ANDRETE IN TRIBUNALE, MA IN MEDIAZIONE, INFATTI QUESTA CLAUSOLA FIRMATA DA TUTTE LE PARTI PER CONOSCENZA OBBLIGA Ad ANDARE IN MEDIAZIONE OBBLIGATORIA, COME DA CLAUSOLA CONTRATTUALE, CON I PREZZI QUINDI DELLA MEDIAZIONE OBBLIGATIORIA PER LEGGE; SI RICORDA ANCHE  CHE LA MEDIAZIONE CON  AVVOVATI CONSULENTI DIFENSORI, CHE AIUTANO VERAMENTE  LE PARTI ED IL MEDIATORE A RAGGIUNGERE LACCORDO, VI FARANNO COSA NOBILE, IN QUANTO TUTTO QUELLE CHE AVETE SPESO, VI SARà DATO INDIETRO SINO A 500,00 EURO CON IL CREDITO DI IMPOSTA E VI FARANNO EVITARE LE SANZIONI DAI GIUDICI;

OMCI RICERCA URGENTEMENTE NUOVI MEDIATORI DA INSERIRE NEL PROPRIO ORGANICO: Se vuoi diventare anche tu mediatore omci, basta scrivere all'indirizzo e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , si Richiede oltre ai requisiti Legislativi, Forte Motivazione, Capacità di Lavorare in Gruppo, ed il Pieno Rispetto della Normativa. Possibilmente Avvocati iscritti all albo, Giuristi, Laureati in Giurisprudenza, avvocati stabiliti, Economisti, Geometri iscritti all albo, Sociologi, Psicologi, Esperti nella comunicazione e tutti coloro che hanno una Laurea almeno Triennale e/o che siano iscritti ad un albo, con attitudini spiccate e forte motivazione nella ricerca Mediazioni, saper lavorare in proprio ed in gruppo. Il Resto lo apprenderai da noi.   Tutti si domanderanno: perché con tutti gli organismi che ci sono dovrei scegliere OMCI? Il Motivo è semplicissimo, provate una volta e Vedrete la differenza, se così non è, potete sempre tornare ad un altro organismo. Ma il motivo per cui Vi chiediamo di provare omci è Semplicissimo, è anche il motivo che ha portato a nascere OMCI pezzo per pezzo con una Motivazione Fortissima. Cos’è la Mediazione molto sinteticamente per OMCI? In un mondo sempre più egoista, senza più Valori veri, con il Lavoro che Manca sempre di più,  Tornare a Perdonarsi a Vicenda, Portare Verità ed eliminare discordia in famiglia, ridare la Speranza QUESTA è MEDIAZIONE, ed è per questo che è importantissimo, l’Empatos: cioè azzerare le proprie conoscenze per comprendere totalmente gli altri, l’ascolto vero che è totalmente differente dal Sentire, la comunicazione che è la Parte Fondamentale per condurre una Mediazione, parlare facendosi capire, QUESTA è MEDIAZIONE. Questa è la Sintesi della Mediazione, uno strumento, per superare Liti, un vero e proprio Strumento di PACE per tutti!
IL BUON MEDIATORE CON UN PO’ DI PRATICA, DEVE AVERE QUESTI REQUISITI, UMILTA’, RISPETTO, SAPER ASCOLTARE, PAZIENZA E TANTA MOTIVAZIONE (La Benzina Principale), Movimento, dinamicità per cercare Mediazioni, SE TI CI RIVEDI IN QUELLO SOPRA SCRITTO DIVERRAI UN BRAVISSIMO MEDIATORE, Il Mediatore oggi è uno Vero Professionista, e saper Mediare dà anche una grande soddisfazione,
In mediazione un qualsiasi rapporto tra e con le parti si deve basare sulla fiducia; in caso contrario, le parti non verrebbero coinvolte, non collaborerebbero e non si impegnerebbero a firmare un accordo commerciale, professionale o personale, che per alcuni potrebbe essere il più importante e il più significativo della propria vita.
L’Organismo si avvale, per le proprie mediazioni, di un gruppo di professionisti con competenze specifiche per ogni ramo del conflitto, uniti dall' intento di promuovere e di gestire strumenti alternativi di risoluzione delle controversie. Per questo motivo sono capaci di offrire soluzioni celeri e agevoli alle parti in lite riuscendo così ad evitare, quando possibile, il ricorso alle normali vie giudiziarie. Il Mediatore ha anche dei Doveri, di accettare il Regolamento che non è nulla di più che un Ricalco della Legge, a tutti gli effetti Leggi di secondo grado. Altra caratteristica per chi è Mediatore e che è iscritto all’albo del ministero della Giustizia e Visibile a Tutti. Il Mediatore è sempre aggiornato in quanto ogni biennio deve eseguire un corso di Aggiornamento di 18 ore e 20 Tirocini assistiti Permanenti, ma anche qui il costo è molto inferiore e per chi è iscritto ad altri albi lo sa bene.
Cordialità, simpatia, ironia, empatia, umiltà sono gli elementi principali per mettere le fondamenta per quel rapporto che da lì a breve dovrà diventare fiducia.
La fiducia la si guadagna, non è mai un diritto. Per guadagnarsi la fiducia occorre dimostrare correttezza e, sopratutto onestà. Per questo siamo sempre alla Ricerca di nuovi Mediatori, Motivati; se ti Rivedi non esitare a contattarci su Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ;

Testimonianza di un Mediatore sulla mediazione:

Partita diffidente, oggi Sono fortemente convinta che l’istituto della mediazione sia lo strumento più utile che oggi abbiamo a disposizione per la gestione dei conflitti inter partes, poiché per conseguire una vittoria non è necessaria una guerra e ognuno di noi, cercando di comprendersi vicendevolmente, può trovare soluzioni ragionevoli ed eque per il raggiungimento dei propri obiettivi individuali.
Mi sono laureata in giurisprudenza con lode, presso l’Università degli Studi di Torino.  Sono diventata avvocato nel 2005 Mediatore dal 2011 e mi occupo di consulenza ed assistenza stragiudiziale e giudiziale nell’ambito del diritto civile, con particolare riferimento alle seguenti materie: diritti reali, divisioni, successioni, locazione e condomini. E' bello lavorare in un organismo, in quanto invece di competere ci si aiuta, portandoci mediazioni e confronta uno con l' altra. Io ho iniziato a capire bene il senso della Mediazione non subito, ma dal 2016 in poi. Infatti è da Li che ho compreso l'importanza della Mediazione. Essendo Avvocato mi do da fare anche per portare Mediazioni, anche demandate dal giudice, ai miei colleghi e loro fanno lo stesso con me. Ecco il bello di stare in un organismo. I primi anni portavo solo mediazioni e facevo da difensore, poi dal 2016 ho deciso di Mediare io l'istanza portata da un collega e su richiesta dell'organismo ho accettato, provato e da quel momento è cambiato tutto per me. Ho portato parecchie mie colleghe a fare il corso da Mediatore e anche loro oggi sono soddisfatte, perché la Mediazione è differente che essere in tribunale, è molto meglio, utile e anche il guadagno e molto soddisfacente, questo dipende dalle Mediazioni eseguite ovviamente sia come Mediatore, sia come consulente difensore. Ora ne concilio circa il 90% , grandissima soddisfazione per un Avvocato Mediatore come me e credo che anche l'organismo sia soddisfatto del mio lavoro ed aiuto che apporto.

E-mail Stampa PDF
Ultimo aggiornamento Sabato, Agosto 15 2020
  
03
Agosto
2020

Assicurazione: clausole di esonero non devono rendere nullo il rischio garantito (Materia di Mediazione obbligatoria);

L'esclusione della copertura priva la polizza di qualunque utilità pratica per l'assicurato e rende ingiustificato il pagamento del premio (Cassazione n.14595/2020)

Sintesi: Le clausole di esclusione o limitazione della garanzia, presenti nelle polizze assicurative, non devono neutralizzare o traslare il rischio ad esclusivo vantaggio dell'assicuratore; infatti, così facendo, le assicurazioni si trasformano in «una fonte di rendita parassitaria»; non solo, ma viene meno anche il corretto equilibrio tra la ripartizione del rischio e il premio versato. Tale è il severo giudizio espresso dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza del 9 luglio 2020 n. 14595.

E-mail Stampa PDF
Ultimo aggiornamento Lunedì, Agosto 03 2020
  
01
Agosto
2020

Il Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione si esprime sul rapporto tra mediazione e decreto ingiuntivo;

Conclusioni dell'Ufficio del Procuratore generale, 10 Marzo 2020, Sezioni Unite Civili, R.G. n. 25694/2017 - n. 3 del ruolo - Rei. Cons. F.M. Cirillo;

Sintesi: Il ragionamento seguito dal Procuratore generale parte dal principio enunciato nella sentenza n. 24629/2015 dalla Corte di Cassazione: l’onere di avviare il procedimento di mediazione grava sul debitore opponente in quanto soggetto che ha scelto "la soluzione più dispendiosa” (l’opposizione), “osteggiata dal legislatore" e che in questo modo "intende precludere la via breve per percorrere la via lunga".
L'affermazione dalla Corte, però, è oggetto di importanti ed argomentate critiche in quanto, a detta del Procuratore, tesi suggestiva e non pienamente convincente.
Da un lato perché è il creditore che richiede l'ingiunzione. Senza tentare strade conciliative.
Dall’altro lato perché se quel carattere di extrema ratio si identifica non con l'accesso a un qualsiasi giudice ma con la più limitata instaurazione del giudizio a cognizione piena, la collocazione dell'onere di esperire la mediazione in capo all'opponente finisce per assegnare al contraddittorio e all'opposizione, unico strumento difensivo praticabile dall'ingiunto, una contraddizione intrinseca: l'esercizio della (sola) possibilità di contraddire, pena il consolidamento degli effetti del decreto ingiuntivo (ex art. 653 c.p.c.) diviene, negativamente, una scelta per una soluzione qualificata come più dispendiosa, diseconomica in termini di efficienza. Il che equivarrebbe a dire che per conformarsi alla scelta economica e alla ratio deflattiva, seguendo la via breve, il debitore dovrebbe semplicemente rinunciare a difendersi, solo così evitando la "via lunga".
Ciò premesso, dunque, è ora necessario analizzare perché l’onere di esperire la mediazione grava sul creditore opposto.
Secondo quanto affermato dalla legge l'onere di attivare la mediazione cade su "chi intende esercitare in giudizio una azione" ovvero su colui che per avere posto la domanda dinanzi al giudice assume la veste di attore: il creditore ingiungente.
Ma ciò che conduce ancora più nettamente a reputare conforme a diritto la tesi che individua nell'attore sostanziale-opposto il soggetto del processo cui spetta esperire la mediazione, una volta che sia proposta l'opposizione del convenuto e che siano stati adottati i provvedimenti ex artt. 648 o 649 c.p.c., è la considerazione delle conseguenze che verrebbero a determinarsi.
Secondo la via che è stata definita breve nel precedente di legittimità, la mancata mediazione fa perdere, senza facoltà di recupero, la possibilità di ottenere da un giudice una risposta - quale che essa possa essere - sul fondo della causa e sulla legittimità della pretesa azionata dal creditore in assenza di previo contraddittorio; secondo la via lunga, la mancata mediazione non fa perdere alcuna posizione sostanziale all'attore (reale), determinando per esso esclusivamente la necessità di reiterare la domanda dopo uno spazio temporale contenuto (il termine di quindici giorni assegnato dal giudice ed il residuo tempo per la pronuncia sulla procedibilità), mantenendo intatta la posizione creditoria quale situazione che autorizza il (nuovo) accesso alla giurisdizione, salve solamente le implicazioni di spesa.
Se quanto esposto è condiviso, sembra allora che la apparente difficile lettura del testo legislativo si stempera: gravano su chi esercita una azione e dunque formula una domanda i correlati oneri di esperimento degli strumenti deflattivi, individuati nella disposizione dell'art. 5, comma 4, lettera a), del d.lgs. 28/2010.
Sulla base di dette ragioni ed in attesa della pronuncia della Corte possiamo concludere che soggetto onerato all’esperimento del tentativo di mediazione è il creditore opposto.

E-mail Stampa PDF
Ultimo aggiornamento Sabato, Agosto 01 2020
  
28
Luglio
2020

DA NON PERDERE, Occasione unica e irripetibile: Corsi per Mediatori civili e commerciali professionisti anche ad hoc e la soluzione migliore la decidi tu!!!!! (Non attendere il momento è ora);

Omci R.O.M. 251 Ente Formativo N°303

Organismo di mediazione e Conciliazione Italia

www.omci.org https://mediazione.giustizia.it

Corsi per Mediatori civili e commerciali professionisti anche ad hoc e la soluzione migliore la decidi tu!!!!! (Non attendere il momento è ora, si ricorda che la prenotazione va eseguita almeno 20 giorni prima per informare il Ministero, No Perditempo grazie ).

Se sei interessato a svolgere questa nuova professione ma non hai ancora il titolo, prima di iscriverti ad Enti formativi che non sono anche Organismi di mediazione (gli unici che possono dopo il corso farti eseguire i 20 Tirocini richiesti) e iscrivere all’Albo dei Mediatori presso il Ministero della Giustizia, Omci propone: Corso formativo per mediatori civili e commerciali della durata di 50 ore (minimo) A sole 500,00 Euro esente iva (Prezzo UNICO ed introvabile), invece che 750,00 EURO per il solo 2020 e 250,00 Euro per i corsi di Aggiornamento un prezzo in assoluto tra i migliori, Unica condizione il Corso parte con almeno 5 iscritti, ma per tutto il 2020 anche ad hoc! Nel caso appena riportato il corso si esegue a Cavour (TO), Torino, Legnano, Sassari, ecc. Nelle sedi ove non abbiamo sedi Registrate, per chi è ben preparato, potremmo poi REGISTRARE altre sedi al ROM del Ministero della Giustizia con il Referente di zona con in quale ci siamo accordati e non prima di aver verificato  i requisiti acquisiti per essere Responsabile Regionale o di sede, in questo caso lo potrà fare anche chi ha già svolto il corso da 50 Ore. Il Corso puo’ essere di 5-6 giorni consecutivi (durata per 4 giorni di 8 Ore,30 Minuti e due giorni, durata 8 ore per un totale di 50 ore), oppure 2 W.E. (Giovedì,Venerdì, Sabato  e l'ultimo giorno  comprende anche l’esame finale di 4 ore), Totale 50 ore. Inoltre teniamo corsi Base, da 18 ore senza esame finale in base all'ex art. 16, comma 4 Bis, D.Lgs.28/10. s.m.i. per avvocati Mediatori di diritto a soli solo per il 2020 di 350,00 Euro esente iva un prezzo introvabile: I nostri corsi sono basati su tutte le norme previste dai Decreti, ma poi Molto improntati sulla Materia essenziale della Mediazione Civile, grazie ai nostri Formatori che sono tutti Esperti per ambiti di settori, iscritti ai vari ordini e C.T. e la preparazione sulla materia essenziale in mediazione, ovvero la COMUNICAZIONE, l’EMPATIA, la STRUTTURA dell’apprendimento, insomma le basi essenziali per conoscere il tipo di comunicazione, di formazione e del Livello Culturale di ognuno di Noi, preparato direttamente dal Responsabile scientifico Sociologo (Esperto in Comunicazione ed altro), solo cosi si diverrà un Mediatore preparato e pronto ad individuare subito il tipo di cultura dell’interlocutore in modo di farlo sentire subito a proprio Agio, Si Ricorda che il Mediatore deve sapere anche cercare Istanze di Mediazione, fatto importantissimo.

Al termine del corso,  a tutti coloro che avranno frequentato con profitto l’intero percorso formativo  di 18 ore sarà rilasciato l’Attestato di Frequenza, che certifica l'avvenuto corso di Frequenza Base  di 18 ore.
Per iscriversi nel Registro dei Mediatori OMCI, gli Avvocati Mediatori di Diritto in possesso della formazione minima  da 18 ore dovranno integrarla con ulteriori percorsi formativi di almeno 32 ore, in quanto l attestato da noi previsto deve essere di 50 ore come stabilito dal consiglio di stato 5230 del 17 Novembre 2015.

Omci con i suoi Mediatori in costate aggiornamento è certamente all’avanguardia per affrontare insieme determinate Liti, finendo in tempi brevi e con la soluzione migliore per entrambe le parti, per questo ripetiamo: prima di iscriverti ad un corso qualsiasi, valuta bene se dopo sarai veramente preparato ad affrontare Disagi altrui, facendo capire che i veri problemi della vita quotidiana sono ben altri, e arrivare cosi a un accordo amichevole tra le parti. E Con La Nuova Legge La Mediazione è divenuta Obbligatoria a tempo Indeterminato.

Il corso è rivolto ai laureati (anche laurea triennale in particolar modo, Avvocati o Laureati con Materie Compatibili con la Mediazione Civile e Commerciale) e ai diplomati iscritti in un albo professionale (es: geometri, consulenti del lavoro, commercialisti. Architetti, Notai, Ingegneri, Sociologi, Psicologi e tutti coloro che sono Laureati con Laurea Triennale o tutti coloro che sono iscritti ad un albo, riconosciuto dal Ministero della Giustizia, Si Ricorda infine che i nostri attestati danno diritto ai crediti Formativi, Determinati da ciascun ordine professionale: Avvocati, Commercialisti, Consulenti del Lavoro e tutti gli altri.). E’ gradita la prenotazione per motivi logistico - amministrativi, almeno 10 giorni prima, in modo tale da preavvisare il Ministero,  il luogo verrà comunicato sulla piattaforma www.omci.org insieme alle date ed orari come richiesto dalla legge e alle parti circa 10 giorni prima, in modo da dare ad ognuno la possibilità di effettuare il Bonifico bancario.

Oppure allo stesso prezzo potrai usufruire del corso ad hoc con le date che preferisci. Sono disponibili moduli anche per corsi specializzanti per mediatori:In Comunicazione Efficace,  fiscali, bancari, condominiali, in Diritto del Lavoro e di tutte le Materie Necessarie per divenire un Vero Mediatore. quindi non farti sfuggire la prossima data e non esitare a contattarci per avere informazioni e per richiedere i moduli di iscrizione reperibili su www.omci.org , sotto il link Formazione nella Home Page;

Per informazioni o invio moduli contattare: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Inoltre OMCI è l'unico Organismo che Punta a raggiungere quello che in gergo tecnico Sociologico si chiama l'insuperabile Vantaggio: Ovvero la Piena soddisfazione del cliente e dei suoi mediatori, con piani di studi ad hoc , come l'autostima, tutti eseguiti ai mediatori che ne fanno richiesta GRATUITAMENTE e che non a caso poi sono i Migliori, come da risposte date sui questionari di Valutazione. Di Organismi c'è nè sono Tanti, ma Omci è solo uno, l'unico che guarda al bene della Gente, dei suoi Clienti e Mediatori! 

E-mail Stampa PDF
Ultimo aggiornamento Sabato, Agosto 01 2020
  
24
Luglio
2020

PERCHE’ E’ OBBLIGATORIO e CONVENIENTE PRESENTARSI SEMPRE IN MEDIAZIONE?

Se la Mediazione è obbligatoria o Demandata è dovere presentarsi fino a fine procedimento,  Oltre ad i motivi noti, è obbligatorio presentarsi per non incombere nelle sanzioni, per non intasare i Tribunali Civili e per tutti i Vantaggi che offre la Mediazione Stessa, è conveniente anche Venire in Mediazione Volontaria, per i Tempi, i Costi le Agevolazioni Fiscali (Credito d'imposta). Visita www.omci.org

La mediazione è uno strumento introdotto per consentire alle parti di evitare le lungaggini e le spese che comporta un giudizio dinanzi al Tribunale. Per tale ragione l’ingiustificata partecipazione di una delle parti alla mediazione comporta l’irrogazione della sanzione pecuniaria prevista dal’art. 8 comma 4 del d.lgs. 28/2010 s.m.i.. Nell’applicazione di tale sanzione al giudice non è consentito nessuna ambito di discrezionalità né sull’an né sul quantum della sanzione, evitabile, partecipando semplicemente all'intero procedimento di Mediazione;

OMCI, dal 2011, Specialisti nella Mediazione e nella Formazione Continua dei Mediatori!!!

La Mediazione Civile e Commerciale non deve essere Vista come un sacrificio, una privazione di un diritto, ma al contrario, Vi evita anni in Tribunale; è una nuova Prassi stragiudiziale ed in Italia le cose nuove fanno sempre Paura, (all'estero esistono da decenni), anche se sono "Tutte a Favore del Cittadino" come in questo caso,  le ADR (Mediazione in Particolare), saranno sempre più il Futuro della Risoluzione Alternativa  delle controversie Civili e Commerciali, quando Lo proverete Tutti lo capirete, cambiando in primis la mentalità rigida che tutti un pò abbiamo in Italia, comprenderete che la Mediazione non è un sacrificio, ma al contrario,  niente più anni passati in Tribunale, tutto in Mani vostre e con il Credito d'imposta il costo è praticamente nullo, e cosa importantissima, il Verbale se Accordato, Firmato, dagli avvocati Consulenti, Dalle Parti e dal Mediatore ha valore Giudiziale, in quanto è a tutti gli effetti equipollente ad una sentenza di 1° Grado; cosa Volere di più!!! Non si deve ma dimenticare di Pagare tutte le indennità come scritto nelle Leggi, Nel Regolamento, nei vari modelli istanza in quanto non pagare nei tempi previsti comporta ovviamente conseguenze Rilevanti, in quanto l'organismo, i Mediatori, ecc, Vanno tutti pagati in tempi rapidissimi. La Mediazione inoltre è un Lavoro/Missione/Passione che non potrà mai essere svolto da algoritmi come presto invece sarà per altre professioni. Per questo OMCI continua a ricercare Mediatori da inserire nel proprio organico: Mediatori che devono essere Motivati, specializzati e Appassionati. Non esitare quindi a contattarci su Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , La Mediazione sarà sempre di più la professione del Futuro e i Mediatori proprio per questo sono aggiornati in modo continuato, Vieni anche tu con noi, non attendere troppo, ma fallo subito e ricordate di controllare sempre che l'organismo sia anche ente di Formazione e abilitato dal Ministero della Giustizia attraverso la piattaforma https://mediazione.giustizia.it . E se non avete l'avvocato consulente difensore, ve lo diamo noi!

E-mail Stampa PDF
Ultimo aggiornamento Venerdì, Luglio 24 2020
  
19
Luglio
2020

OMCI ROM 251 Ente Formativo 303, La Mediazione Civile e Commerciale, Anche Arbitrato ma non lo pubblicizziamo perchè noi vogliamo far risparmiare tutti!

HAI MAI SENTITO PARLARE DELLA MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE? LEGGI ATTENTAMENTE QUI! E Leggi anche in fondo perchè non pubblicizziamo l'abitrato pur potendolo fare!

(Con l'entrata in Vigore della direttiva Europea 20013/11/UE) Aumenteranno le sanzioni per chi non si presenta e MOLTO DI PIU'. (Leggete la nuova direttiva sul nostro sito a destra sul link apposito). L’Odio non si combatte con l’odio, ma con l’Amore e la Pace (Questo è il concetto di Mediazione,  OMCI).

La «mediazione» è l’attività svolta da un terzo imparziale: il Mediatore Professionista, iscritto in un Organismo di Mediazione registrato presso il Ministero della Giustizia, nel “Registro Organismi di mediazione”. ASSISTITO DA UN AVVOCATO CONSULENTE DIFENSORE (SE TI MANCA, PUOI RIVOLGERTI A NOI);

La «mediazione» è  finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta, effettuata dallo stesso Mediatore, per la risoluzione della stessa senza passare alle vie Giudiziarie con i suoi relativi tempi e costi che tutti conosciamo.

Dopo numerose sollecitazioni, in ultime la Direttiva 2008/52 CE, la Direttiva 2013/11/U.E.  il Parlamento e gli avvisi di Bruxelles, del CSM, dell’ANM, la L.96/17 art.11 Ter. La Mediazione Civile è obbligatoria a tutti gli effetti, sanando l’eccesso di delega anche da noi! Ci uniformeremo così agli altri paesi, nei quali esiste da decenni con Risultati Positivi fino al 85 ÷ 90%.

Sai che è più conveniente sotto numerosi aspetti la mediazione civile

invece che rivolgersi direttamente  al Tribunale?

1) I tempi: la Mediazione deve terminare entro un massimo di TRE mesi;

2) Spese ridotte;

3) Detrazioni di imposta fino ad un massimo di € 500,00;

4) Le parti invece di continuare ad avere rancori inutili perché non è odiando che si risolvono le situazioni durature nel tempo ma al contrario con un po’ di Amore Umano, Dialogo, e meno orgoglio personale,  possono ritrovare di comune accordo una soluzione amichevole Insieme al suo Avvocato consulente difensore ed il Mediatore: cosa non da poco.

L’ Omci (Organismo di mediazione e conciliazione Italia), ha esperti mediatori in tutte le discipline, dalla Giuridica, all’economica, alla sociologica, non esitare quindi a contattarci per risolvere al più presto i tuoi problemi. Ricerchiamo urgentemente figure Mancanti, quali avvocati, NOTAI  con buone conoscenze delle Tecniche di Mediazione, Come Saper TROVARE MEDIAZIONI, ricordando che se vi Manca il Corso lo facciamo noi con i Prezzi sotto scritti: Corso formativo per mediatori civili e commerciali della durata di 50 ore (minimo) A sole 500,00 Euro esente iva (Prezzo UNICO ed introvabile), invece che 750,00 EURO per il solo 2020 e 250,00 Euro per i corsi di Aggiornamento un prezzo in assoluto tra i migliori, Unica condizione il Corso parte con almeno 5 iscritti, ma per tutto il 2020 anche ad hoc! Nel caso appena riportato il corso si esegue a Cavour (TO), Torino, Legnano, Milano, Sassari, ecc. Nelle sedi ove non abbiamo sedi Registrate, per chi è ben preparato, potremmo poi REGISTRARE altre sedi al ROM del Ministero della Giustizia con il Referente di zona con in quale ci siamo accordati e non prima di aver verificato  i requisiti acquisiti per essere Responsabile Regionale o di sede, in questo caso lo potrà fare anche chi ha già svolto il corso da 50 Ore. Il Corso puo’ essere di 5-6 giorni consecutivi (durata per 4 giorni di 8 Ore,30 Minuti e due giorni, durata 8 ore per un totale di 50 ore), oppure 2 W.E. (Giovedì,Venerdì, Sabato  e l'ultimo giorno  comprende anche l’esame finale di 4 ore), Totale 50 ore. Inoltre teniamo corsi Base, da 18 ore senza esame finale in base all'ex art. 16, comma 4 Bis, D.Lgs.28/10. s.m.i. per avvocati Mediatori di diritto a soli solo per il 2020 di 350,00 Euro esente iva un prezzo introvabile,

Al termine del corso,  a tutti coloro che avranno frequentato con profitto l’intero percorso formativo  di 18 ore sarà rilasciato l’Attestato di Frequenza, che certifica l'avvenuto corso di Frequenza Base  di 18 ore.
Per iscriversi nel Registro dei Mediatori OMCI, gli Avvocati Mediatori di Diritto in possesso della formazione minima  da 18 ore dovranno integrarla con ulteriori percorsi formativi di almeno 32 ore, in quanto l attestato da noi previsto deve essere di 50 ore come stabilito dal consiglio di stato 5230 del 17 Novembre 2015
. Si Ricorda infine che i nostri attestati danno diritto ai crediti Formativi, Determinati da ciascun ordine professionale: Avvocati, Commercialisti, Consulenti del Lavoro e tutti gli altri.

“Ricerchiamo sempre urgentemente Persone Motivate e Capaci a TROVARE, MEDIAZIONI, Seguire una sede di Mediazione !!! Se ti senti all'altezza non esitare a contattarci su Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Non Esitare: Porta le tue Istanze da noi e sarai pienamente soddisfatto. Il Momento è ora. E se sei un avvocato non attendere, iscriviti ai nostri corsi ora! Per Quanto riguarda l'arbitrato, noi lo facciamo, ma non lo pubblicciziamo, il motivo è sempicissimo. L'Arbitrato ha un Lodo (Una sentenza Privata), non sono le Parti a decidere, ma appunto l'arbitro, non si riattivano i canali di comunicazione tra le Parti come In Mediazione, non si ha il credito di imposta come in Mediazione, Costa molto di più, ci guadagna solo l'organismo e l'arbitro ma non i cittadini. Per questo noi, pur potendolo fare, guardiamo ai cittadini e pubblicizziamo ciò che veramente conviene a tutti: La Mediazione Civile e Commerciale; Ps: Ricordiamo a tutti che per depositare un istanza, deve esserci il Bonifico in allegato, altrimenti non può essere accettata;

E-mail Stampa PDF
Ultimo aggiornamento Giovedì, Luglio 23 2020
  
03
Luglio
2020

Decreto Giustizia: il testo coordinato pubblicato in Gazzetta, Ripartenza della Giustizia: la Fase 3;

Convertito in legge il D.L. n. 28/2020: al via la App Immuni, stretta sui benefici carcerari e arresti domiciliari, misure per la giustizia civile;

Stop ai rinvii massivi delle udienze, ripresa delle attività in aula, riapertura delle attività delle cancellerie;

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge 25 giugno 2020, n. 70, di conversione con modifiche del decreto-legge 30 aprile 2020, n. 28, recante "misure urgenti per la funzionalità dei sistemi di intercettazioni di conversazioni e comunicazioni, ulteriori misure urgenti in materia di ordinamento penitenziario, nonché disposizioni integrative e di coordinamento in materia di giustizia civile, amministrativa e contabile e misure urgenti per l'introduzione del sistema di allerta Covid-19".

Procedimento di mediazione;

Questa parte Vale solo nel caso in cui le Mediazioni non possano essere svolte Personalmente, seguendo i protocolli, distanziamenti, igienificazione locali ed aerazione degli stessi (se le sale Mediazioni non sono quindi abbastanza spaziose):

Nelle procedure di mediazione è già previsto che, dal 9 marzo 2020 al 1 luglio 2020, gli incontri di mediazione in ogni caso possano svolgersi in via telematica se tutte le parti coinvolte nel procedimento vi consentono. Anche successivamente a questo periodo gli incontri potranno essere svolti in via telematica, sempre con il consenso preventivo delle parti, mediante sistemi di videoconferenza. L'avvocato, che sottoscrive con firma digitale, può dichiarare autografa la sottoscrizione del proprio cliente collegato da remoto e apposta in calce al verbale e all'accordo di conciliazione. Il verbale relativo al procedimento di mediazione svoltosi in modalità telematica è sottoscritto dal mediatore e dagli avvocati delle parti con firma digitale ai fini dell'esecutività dell'accordo. Viene ora aggiunta un'ulteriore previsione, secondo la quale il mediatore, apposta la propria firma digitale, trasmette l'accordo agli avvocati delle parti tramite pec o personalmente se vi sono le distanze giuste secondo gli ultimi protocolli, in codesto caso non serve altro. Solo quindi nei casi di lstanza telematica si può trasmettere la notifica dell'accordo all'ufficiale giudiziario mediante pec. L'ufficiale giudiziario estrae dall'allegato del messaggio di posta elettronica ricevuto le copie analogiche necessarie ed esegue la notificazione ai sensi degli artt. 137 e ss. c.p.c., mediante consegna di copia analogica dell'atto da lui dichiarata conforme all'originale ai sensi del cad.

Mediazione nelle controversie contrattuali legate all'emergenza da COVID-19

L'art. 6-bis del D.L. n. 6/2020 ha stabilito che il rispetto delle misure di contenimento dell'emergenza da COVID-19 è sempre valutato ai fini dell'esclusione ex artt. 1218 e 1223 c.c. della responsabilità del debitore, anche relativamente all'applicazione di eventuali decadenze o penali connesse a ritardati o omessi adempimenti.
In aggiunta a questa previsione viene ora disposto che, nelle controversie in materia di obbligazioni contrattuali, nelle quali appunto il rispetto delle misure di contenimento può essere valutato ai sensi del comma 6-bis sopra ricordato, il preventivo esperimento del procedimento di mediazione costituisce condizione di procedibilità della domanda. Dal 1° luglio ha avuto inizio la Fase 3 della Giustizia, anticipando di un mese la fine dell’emergenza, inizialmente prevista per il 31 luglio. Stop ai rinvii massivi delle udienze, ripresa delle attività in aula, riapertura delle attività delle cancellerie.Questi i nodi principali della ripresa. Anche se verosimilmente non tutto è destinato a tornare come prima, si mira comunque a cercare l’efficienza del sistema Giustizia, determinante per il funzionamento del Paese. Con l’entrata in vigore della L. n. 70/2020 che ha convertito in legge il D.L. n. 28/2020, è stata anticipata al primo luglio la ripresa dell’attività giudiziaria, decretando la fine dell’emergenza, inizialmente prevista per il 31 luglio prossimo. Restano validi gli atti ed i provvedimenti adottati, ivi inclusi i provvedimenti  già emessi dai giudici e che hanno indicato le modalità di trattazione delle udienze secondo la normativa emergenziale, mediante videoconferenze o note scritte. La fine dell’emergenza, ha determinato la cessazione del potere paranormativo dei Presidenti di Tribunale, conferito dall’art. 83 del D.L. n. 18/2020, di emanare linee guida vincolanti sulla organizzazione dell’attività giudiziaria. E tuttavia, resta ancora pienamente vigente il dovere dei capi degli Uffici Giudiziari, di assicurare criteri organizzativi in conformità alle prescrizioni sanitarie attualmente in vigore e necessarie a scongiurare un riaccendersi di focolai di epidemia. Non solo resta fermo l’obbligo di rispettare la distanza di  almeno 1 mt tra le persone, il divieto di assembramento, la pulizia e sanificazione dei locali, l’uso della mascherina, il lavaggio delle mani e l’utilizzo di soluzioni idroalcoliche, ma i criteri organizzativi dell’attività giudiziaria devono rendere concretamente possibili e attuabili le predette prescrizioni sanitarie. E’ probabile che nei prossimi mesi, possa comunque ritornare di attualità, almeno per alcune udienze civili delle sole parti e difensori, il ricorso alle note scritte o al processo per videoconferenza, su consenso delle parti. Attualmente in fatti è all’esame della Camera l’emendamento al decreto Rilancio 34/2020 avente ad oggetto proprio questo punto, con l’obiettivo di prolungare il periodo di sperimentazione delle modalità innovative della fase emergenziale,  in vista di una riforma complessiva finalizzata alla maggiore efficienza e celerità del sistema giustizia. Di grande importanza per la effettiva ripresa del sistema giustizia è il nodo relativo all’accesso alle cancellerie,  per assicurare la possibilità di depositare gli atti, introdurre i giudizi, far procedere quelli pendenti, iniziare le procedure esecutive etc. Finché permane infatti l’obbligo di deposito cartaceo  della gran parte degli atti presso l’ufficio della cancelleria, è indispensabile che il quotidiano accesso allo sportello fisico, sia agilmente consentito.Il servizio delle cancellerie sta gradualmente riprendendo in tutti i Tribunali  una continuità di presenza dei funzionari, i quali finora hanno lavorato quasi esclusivamente in smartworking. Molti uffici giudiziari hanno fissato un numero minimo di ore di effettiva presenza dei funzionari negli uffici di cancelleria, non solo per garantire la disponibilità al pubblico, ma anche perchè lo smartworking non ha consentito ai funzionari di accedere in remoto ai registri delle cancellerie. e da un lato il personale amministrativo valuta positivamente l’esperienza dello smartworking, e l’incertezza sul futuro della situazione sanitaria non ci consente di archiviarla per sempre come esperienza del passato,  dall’altro urge il superamento di alcune criticità. Innanzitutto appare necessario il potenziamento di adeguati sistemi di accesso dei funzionari ai registri del Tribunale. In secondo luogo, dovrebbe essere rivista la necessità di deposito cartaceo di tutta una serie di atti, che obbliga alla presenza fisica dei funzionari allo sportello. Infine, sarebbe opportuno stabilire modalità uniformi per il deposito o la fissazione degli appuntamenti, tra cancellerie dei diversi uffici giudiziari, perchè una delle grandi difficoltà di questo periodo emergenziale è stata proprio quella di capire, ufficio per ufficio, quale fosse la strada da seguire per un’efficace comunicazione con le cancellerie.

E-mail Stampa PDF
Ultimo aggiornamento Venerdì, Luglio 03 2020
  
03
Luglio
2020

OMCI RICERCA URGENTEMENTE NUOVI MEDIATORI DA INSERIRE NEL PROPRIO ORGANICO;

Il Mediatore “professionista”, il futuro della giustizia civile ed (Una delle pochissime professioni che non potrà mai essere Sostituita da Algoritmi o robot, come invece già accade e accadrà sempre di più nelle altre professioni, es: nella contabilità e nel lavoro, nei bar, ristoranti,  nelle vendite, addirittura negli ospedali e scuole, come visto su note trasmissiioni televisive, già attuale in Giappone, in Cina e Stati uniti, con algoritmi,  robot, droni, e computer che ormai fanno veramente tutto e sempre di più faranno), sa cavarsela sempre in Mediazione e le Parti saranno sempre soddisfatte e se ti manca il corso lo facciamo noi a sole 500,00 Euro invece di 750,00 e di 350,00 Euro per gli avvocati Mediatori di diritto corso Base da 18 ore per tutto il 2020, da integare fino a 50 ore per chi vuole operare in Organismi privati che richiedono più Formazione in base all'art. 18 comma 2 lettera F, D.M.18010 s.m.i., D.M. 139/14;

OMCI RICERCA URGENTEMENTE NUOVI MEDIATORI DA INSERIRE NEL PROPRIO ORGANICO: Se vuoi diventare anche tu mediatore omci, basta scrivere all'indirizzo e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , si Richiede oltre ai requisiti Legislativi, Forte Motivazione, Capacità di Lavorare in Gruppo, ed il Pieno Rispetto della Normativa. Possibilmente Avvocati iscritti all albo, Giuristi, Laureati in Giurisprudenza, avvocati stabiliti, Economisti, Geometri iscritti all albo. Le Altre figure le abbiamo già, Ma se interessati per tutti coloro che hanno una Laurea almeno Triennale e/o che siano iscritti ad un albo, con attitudini spiccate e forte motivazione nella ricerca Mediazioni, saper lavorare in proprio ed in gruppo, scrivete lo stesso. Il Resto lo apprenderai da noi.   La ricerca è urgente. Grazie.

E-mail Stampa PDF
Ultimo aggiornamento Venerdì, Luglio 03 2020
  
02
Luglio
2020

Se l Atto notarile è successivo alla procedura di mediazione: non si applica il regime fiscale agevolato;

Corte di Cassazione, ordinanza n. 11617 del 16/06/2020 da Ricordare bene:

Sintesi: Il dlgs 28/2010 oltre a disciplinare le modalità di svolgimento della mediazione contiene alcune previsioni rivolte a regolamentare i rapporti fiscali ed economici oggetto della procedura di conciliazione.
Più nello specifico l’articolo 17 ai commi 2 e 3 prevede:
- l’esenzione dell’imposta di bollo e di ogni spesa, tassa o diritto di qualsiasi specie e natura avente ad oggetto gli atti, i documenti e i provvedimenti relativi al procedimento di mediazione,
- l’esenzione dell’imposta di registro sul verbale di accordo entro il limite dei 50.000,00 euro di valore.
E' importante precisare che le esenzioni previste dal suddetto articolo si applicano esclusivamente agli atti del procedimento di mediazione.
Sono esenti: l’istanza di mediazione, i documenti allegati, l’adesione alla mediazione, le eventuali memorie delle parti, i provvedimenti emananti dal mediatore tra cui la proposta di conciliazione, il verbale di conciliazione e le sue eventuali copie, nomina e accettazione dell’incarico che l’Organismo conferisce al mediatore.
Se però, come accaduto nel caso di specie, le parti stipulano separato e distinto atto notarile per il trasferimento di un immobile dopo aver raggiunto un accordo in mediazione non sono applicabili le previsioni contenute nell’art 17 del dlgs 28/2010.
Nel corso della procedura di mediazione, infatti, le parti non hanno stipulato nessun accordo con il quale si dispone in relazione al trasferimento o alla costituzione di diritti reali ma, invece, si sono limitate a raggiungere un accordo avente ad oggetto la regolamentazione della controversia.
Nel caso oggetto di attenzione l’atto notarile è un atto totalmente estraneo e successivo al procedimento di mediazione. Di conseguenza non sono applicabili le agevolazioni fiscali previste dalla legge. Se le cose sono fatte bene ricordare sempre che non esiste cosa Migliore della Mediazione, in questo caso esempio fare il Verbale dal Notaio o preavvisandolo prima in modo che sia Lui a dirvi come predisporre il tutto: Per i Tempi, i costi accessibili a tutti, Il Credito di Imposta che vi permette di detrarre le spese sostenute e molto altro;Inoltre se inserire la Clausola contrattuale o compromissorria la Mediazione può essere usata come obbligatoria su materie civili concerbenti tutti i diritti Disponibili, fatto importantissimo!

E-mail Stampa PDF
Ultimo aggiornamento Giovedì, Luglio 02 2020
  

Altri articoli...

Pagina 1 di 17

Copyright © 2020 Omci - Organismo di Mediazione Italia. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.